Home Informazioni Commissione Parlamentare di inchiesta: audizione del prof. Giorgio Trenta

Commissione Parlamentare di inchiesta: audizione del prof. Giorgio Trenta

179

Recenti notizie divulgate dai mass media circa la conclusione della “Commissione Parlamentare di inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie di alcuni militari italiani…..” (il titolo è molto più lungo) hanno riportato che il presidente emerito dell’AIRM prof. Giorgio Trenta avrebbe in qualche modo confermato il ruolo dell’Uranio impoverito nella genesi delle malattie oncologiche osservate nel suddetto personale militare.
In una logica di massima trasparenza e chiarezza, riteniamo utile porre a disposizione di tutti i cultori della radioprotezione, e di chiunque sia interessato alla materia, quanto proposto dal prof. Giorgio Trenta nel corso dell’audizione in tema di rischio da Uranio impoverito presso la citata commissione.
Ad ulteriore integrazione, il prof. Giorgio Trenta vuole precisare che: “In seconda audizione, sulla base di una perizia redatta dall’audito su un militare con tumore endocrino, è stata richiesta la responsabilità delle nanoparticelle prodotte dall’impatto delle munizioni di uranio. L’ipotesi è plausibile, ma cosa forse non evidenziata a sufficienza, è che le nanoparticelle non sono esclusive figlie del “mandante” uranio, e che non è la radioattività dell’uranio a produrle, ma sono figlie di molte altre cause tra cui tutti gli ordigni esplosivi e i materiali coinvolti”.

Scarica Allegato