Home Avvisi Radio protezione nelle attività interventistiche

Radio protezione nelle attività interventistiche

150

Il significativo aumento in questi ultimi anni delle procedure di radiologia interventistica, con la diffusione di tecniche sempre più complesse che non interessano ormai più solo i radiologi ma moltissime altre figure mediche, quali chirurghi vascolari, neuroradiologi, ortopedici, cardiologi, urologi, gastroenterologi, costituiscono una nuova sfida per la radioprotezione. Le esposizioni a cui sono sottoposti sia lo staff che il paziente possono infatti essere significative e richiedono una sempre maggiore attenzione e perizia.

Tutto ciò, all’interno di un quadro normativo in evoluzione, con alcune novità importanti quali ad esempio la riduzione dei limiti di dose per il cristallino.

Recenti iniziative nazionali, come il Rapporto ISTISAN 2016, curato da ISS e INAIL, hanno cercato di stimolare l’interesse per questo argomento e di accrescere la consapevolezza su questi temi.

E’ in questo solco che vuole collocarsi questa iniziativa, promossa da AIRP, in collaborazione con AIRM, ANPEQ, AIFM e SIRM, oltre ovviamente a ISS e INAIL: un workshop di intenso confronto tra esperti che vuole offrire ai nostri soci e a tutti gli operatori del settore, siano essi fisici, medici o tecnici di radiologia, una visione del problema la più possibile aggiornata e scientificamente corretta.

Come potete vedere dal programma, non mancherà la possibilità di ascoltare anche esperienze maturate al di fuori del nostro Paese: il tutto, nella magnifica cornice della città di Archimede.

Vi aspettiamo numerosi

 

Iscrizioni su www.airp-asso.it

 

Scarica il programma scientifico